guida corso moodle

Alcune brevi istruzioni in formato "libro" per gestire un corsodi moodle

Sito: Area e-learning ITT Buonarroti Trento
Corso: Area e-learning ITT Buonarroti Trento
Book: guida corso moodle
Printed by:
Date: lunedì, 6 luglio 2020, 02:20

Table of Contents


Etichetta

Etichetta consente di aggiungere testo all’interno degli argomenti/settimana; il testo verrà visualizzato, non come un link, ma direttamente sulla pagina principale del corso. Questo viene realizzato utilizzando l'editor di testo di Moodle, così come possono essere aggiunte anche immagini, filmati, audio, ecc.. Questa opzione non deve essere usata troppo, perché il testo occupa molto spazio e di conseguenza le etichette tendono a rendere molto lunga la home page del corso.

Link a file o sito web

Questa risorsa permette il collegamento ad un file caricato nella cartella File del corso (con la possibilità di scaricarlo dal proprio computer), o ad una pagina esterna di Internet.

file

I file caricati possono essere di qualsiasi tipo, ma bisogna ricordare che file diversi da pagine HTML o immagini, richiederanno determinati software da installare nel computer dell'utente per poter lavorare. Ciò implica che sia possibile creare materiale didattico come, ad esempio, documenti di MS Word o PDF, ma che gli utenti avranno bisogno di MS Word e Adobe Acrobat nel proprio PC per poter aprire tali file.

Se si desidera che gli studenti attivino automaticamente il download dei file sul proprio PC, ad esempio, per poterli modificare, invece di visualizzarli all’interno della finestra del browser, è necessario abilitare l’opzione “Forza download”. Tale impostazione si rivela utile per evitare problemi di incompatibilità tra browser e versioni di plugin multimediali.

Le ultime due risorse sono molto adatte per pagine informative sui corsi, per gli orari e per pagine occasionali di studio, ma se il tuo corso di studi contiene molte pagine, è meglio raccoglierli in una risorsa “Libro”, piuttosto che riempire la pagina di corso con tante pagine web o link separati. Va anche tenuto presente che risorse solo testuali non sono così interessanti per gli studenti, perciò è importante animare il testo con alcune illustrazioni e aggiungere, esercizi interattivi che aiuteranno gli studenti a capire ciò che leggono. Per i materiali di studio di base si consiglia di utilizzare l’attività “Lezione”.

Non inserire materiali di studio in questa finestra, ma solo una breve descrizione

Puoi caricare un file dal tuo computer cliccando il pulsante “Carica un file sul server” e quindi, dopo averlo caricato, cliccando sul link “Scegli” è possibile associarlo alla risorsa

Riempi il box con la URL (indirizzo) del sito web esterno o, non conoscendo l’indirizzo, utilizza il pulsante sottostante “Cerca su Internet…”

Compiti

I “Compiti” permettono al docente di assegnare agli studenti un’attività in cui si richiede di preparare del contenuto digitale (in ogni possibile formato) e di metterlo quindi a disposizione del docente. Tipici compiti sono componimenti, saggi, progetti, report e così via. I compiti possono essere oggetto di valutazione. I compiti possono essere: a consegna multipla, compito online, a consegna singola e compito offline. Una possibile schermata è riportata di seguito:


compito

Di nuovo, notate che c'è un pulsante vicino ad ogni menù per avere informazioni su che cosa fa quella voce. Terminare con "Salva e torna al corso".
Compiti

I “Compiti” permettono al docente di assegnare agli studenti un’attività in cui si richiede di preparare del contenuto digitale (in ogni possibile formato) e di metterlo quindi a disposizione del docente. Tipici compiti sono componimenti, saggi, progetti, report e così via. I compiti possono essere oggetto di valutazione. I compiti possono essere: a consegna multipla, compito online, a consegna singola e compito offline. Una possibile schermata è riportata di seguito:


Libro permette di aggiungere un insieme di pagine web raccolte in modo tale da consentire facilmente la navigazione e la stampa. Come in un libro è possibile organizzare le pagine in capitoli. Ecco la pagina di configurazione:

libro1

Quando vengono salvati i cambiamenti, la prima pagina del libro può essere aperta per modificarla a vostro piacimento. Si noti che è possibile scrivere il testo da zero nella finestra dell'editor, oppure è possibile copiare e incollare il testo nella finestra ma anche inserire immagini e altri tipi di file dalla cartella File del corso. E’ anche possibile fare riferimento a una pagina HTML caricata nella cartella File del corso, ma in questo caso lo strumento libro non accetterà Javascript (ad esempio, esercizi di Hot Potatoes). Inoltre altri formati, come ppt o pdf non possono essere caricati come pagine di un libro, ma possono essere collegati a pagine del libro tramite il link presente nell’editor.

Cliccando quindi sulla risorsa Libro, appena creata, verrà visualizzata la finestra:

libro2

Il Nome e l’Introduzione valgono per tutti i capitoli del libro, non solo per la prima pagina

Invece di scrivere nella finestra di editor, è possibile usare la funzione “Importa” per caricare un file HTML dalla cartella File del corso all’interno del Libro (se si carica una intera sottocartella, verranno importate tutte le pagine HTML della sottocartella).

sommario

A questo punto si apre una finestra dalla quale è possibile scegliere un file da importare nel Libro.

importa

Si noti che è possibile spostare i capitoli su e giù nella tabella dei contenuti, modificarli, cancellarli o nasconderli alla vista degli studenti; il segno più in rosso permette di aggiungere altri capitoli.

Forum

L’attività “Forum” fa parte dei cosiddetti strumenti di comunicazione asincrona (come l’e-mail), dove l’interazione e lo scambio di informazioni avvengono in tempi diversi. Il forum, ad esempio, può fare da supporto ad un particolare argomento sviluppato in una sezione del corso, dove il Docente avvia discussioni con argomenti a cui gli studenti sono tenuti a rispondere, partecipando con propri giudizi o risposte. Il "Tipo di Forum" offre quattro scelte: “Forum Domande e Risposte”, “Forum monotematico”, “Forum standard per uso generale” e “Le persone avviano una sola discussione".

forum

In “Forum monotematico”, gli studenti possono inviare repliche all'argomento proposto ma non possono proporre nuovi argomenti. In "Le persone avviano una sola discussione" ogni studente può avviare un nuovo argomento, e questo può essere molto utile quando gli studenti stanno lavorando su testi diversi. In "Forum standard per uso generale", gli studenti possono aprire nuovi argomenti di discussione in qualsiasi momento. Un'ultima interessante opzione del menu è "L’iscrizione obbligatoria". Questo può essere inutile in un gruppo di discussione, ma potrebbe essere utile se il forum riguarda notizie sul corso facendo si che venga inviato per email ad ogni studente ogni nuovo annuncio. Quando avete finito col "Forum", cliccate su "Salva e torna al corso".

Quiz videoguida(Video Flash)

Questa funzione aggiunge un quiz al corso. Il quiz può contenere quante domande si vuole. Le domande possono essere del tipo vero/falso, scelta multipla o a inserimento di parole o frasi in spazi vuoti. Il quiz può fornire un feedback in cui si può spiegare allo studente perchè la risposta corretta è corretta. Per aggiungere un "Quiz", scegliete "Quiz" nel menu "Aggiungi". Vi troverete nella schermata di editing del "Quiz":

quiz

A questo punto si deve impostare la struttura del quiz assegnando:
• il nome (ad esempio: Test 1),
• la descrizione dell’attività (ad es. Verifica di conoscenze, competenze e abilità);
• la data di apertura e chiusura del test (il test può essere preparato in anticipo ma reso disponibile in un certo giorno)
• il tempo massimo a disposizione degli studenti per il completamento del test
• il ritardo tra il primo e il secondo tentativo e/o tra due tentativi successivi (utile quando il test può essere eseguito più volte ad es. per test di autovalutazione)
• il numero di domande per pagina (consente di realizzare un test con tutte le domande in una pagina o in più pagine)
• domande in ordine casuale (Sì/No. Consente di ottenere che le domande siano ordinate in modo diverso ogni volta che si carica la pagina – opzione utile per limitare il rischio di copiatura)
• alternative in ordine casuale agisce sulle risposte nello stesso modo delle domande in ordine casuale
• tentativi permessi stabilisce quante volte lo studente può rifare il quiz. Questo può esse utile se il quiz rappresenta un esercizio di verifica e lo studente può rifarlo quante volte il docente decide (e il docente vedrà i voti presi in successione)
• modo adattativo. Se Sì consente allo studente di rispondere nuovamente alla domanda all’interno di una stessa sessione per esempio quando la prima risposta è sbagliata. Questo tipo di modalità impone l’uso delle penalità (sottrarre punti al punteggio totale per ogni risposta ripetuta)
• metodo di valutazione. Quando sono permessi più tentativi, la valutazione può essere effettuata assegnando alla domanda il voto più alto oppure il voto medio oppure il voto del primo tentativo o dell’ultimo tentativo
• penalità (se il quiz è eseguito in modo adattativo). Se sì, si potrà stabilire il valore della penalità per ogni risposta sbagliata
• gli studenti possono vedere Repliche e/o valutazioni e/o feedback e/o risposte e/o feedback generico
o subito dopo il tentativo
o dopo, mentre il quiz è ancora aperto
o dopo che il quiz è stato chiuso
• sicurezza
o mostra il quiz in una finestra sicura (se sì, il quiz è visualizzato in una finestra del browser priva di molti pulsanti rendendo più difficile l’esecuzione di comandi)
o password. Ciascuno studente deve inserire una password per accedere al quiz
o indirizzi di rete. Si possono immettere gli indirizzi IP delle macchine dalle quali è consentito accedere al test.
• impostazioni comuni
o gruppo (per prove di gruppo)
o visibile (rendere l’attività visibile oppure no agli studenti)
• feedback complessivo è un testo che viene mostrato allo studente dopo che ha risposto al quiz stesso. Il testo mostrato può dipendere dalla valutazione finale ottenuta. Per esempio valutazione 100%, feedback: molto bene oppure valutazione 40%, feedback: ripassa il programma.
Quando avete terminato la configurazione (che potrà comunque essere cambiata successivamente), cliccate il pulsante "Salva e visualizza". Arriverete ad una schermata simile a questa:

quiz2

In alto si osserva il percorso dell’attività Quiz > Quiz (il nome del quiz) > Modifica di Quiz. Le linguette poste immediatamente in basso permettono di visualizzare le Info sul test, i Risultati (dopo che il test è stato eseguito), l’Anteprima (con la quale verificare l’aspetto del quiz così come sarà visualizzato dagli studenti) e la Modifica. Nell’area modifica, divisa in due parti, a sinistra si visualizzano le domande e a destra si possono generare nuove domande.
Nell’area Deposito delle domande si osserva la presenza della categoria Default for ….. Se si vuole creare una nuova categoria (ad es. Algebra) occorre fare click sul pulsante Modifica categoria e configurare Aggiungi una categoria come nell’immagine seguente:

quiz3

E’ anche possibile modificare una categoria già creata. Dopo aver eventualmente aggiunto o modificato una categoria di domande, fare click su Aggiungi e tornare al Deposito delle domande (utilizzando il menu sotto le linguette selezionare Domande o Quiz) per creare le domande. Selezionare la categoria alla quale le domande appartengono e procedere con l’opzione Scegli di “Crea una nuova domanda”.
In Crea nuova domanda è possibile selezionare il tipo di domanda dal menu a discesa:
• Calcolata
• Descrizione (non è un tipo di domanda)
• Saggio (con correzione manuale)
• Corrispondenza
• Completamento di frase (Cloze)
• Risposta multipla
• Risposta breve: gli studenti digitano una parola o frase
• Numerica: è una risposta breve che accetta valori numerici
• Corrispondenze casuali a risposte brevi
• Vero/falso
Scegliendo la tipologia a risposta multipla, si apre la corrispondente finestra di dialogo.
Selezionare la categoria di appartenenza della domanda; inserire il titolo della domanda ed il testo.
Il punteggio di default della risposta corretta è 1; il fattore di penalità ha senso solo se si è usato il modo adattativo nella configurazione del quiz.
Tralasciamo il feedback generale.
Scorrendo la finestra verso il basso, si visualizzano le aree di testo per l’immissione delle alternative.
Ciascuna alternativa consiste in una risposta, nella corrispondente valutazione (nessuno se la risposta è errata, 100% se la risposta è corretta) e nel feedback specifico. Si possono inserire numerose alternative. Al termine fare click su Salva modifiche.

quiz4

Di seguito, ecco come appare il quiz dopo aver creato la domanda:

quiz6

Nel Deposito delle domande la domanda è preceduta da 5 icone: la prima serve ad aggiungere la domanda al quiz, la seconda serve a visualizzare la domanda in anteprima, la terza a modificarla, la quarta a spostarla in un altro contesto e la quinta a cancellarla.
A sinistra, nel campo Domande in questo quiz, si visualizza la domanda insieme a tre icone utili a visualizzarla, a modificarla oppure a toglierla dal quiz. Si osserva che si può scegliere il punteggio massimo del quiz che, per default è 10.
Completare il quiz con la creazione di altre domande.
Al termine usare la barra di navigazione di Moodle per tornare alla pagina principale del corso.